CASERTA. Icona con l’Ultima Cena.

Nell’ambito di una mostra dal titolo INVITO AL CREMLINO ‘L’Italia e la Corte di Mosca’.
Reggia di Caserta, dal 20 novembre 2009 al 20 gennaio 2010.


La preferenza per i tessuti italiani, manifestata dalla corte moscovita, era dovuta non solo alla loro versatilità, ma anche ai loro schemi decorativi e figurativi, conformi agli ideali estetici della società russa del XVI e XVII sec.
Spesso sulle icone troviamo riprodotti fedelmente i disegni e i colori delle stoffe italiane.
Così, quando Cristo è ritratto come ‘Re dei re’, spesso indossa unsakkos di aksamit dorato.
I vestiti prodotti con tessuti italiani, caratterizzano ancxhe le altre icone.
A partire dai tessuti italiani, sono stati creati e approvati anche singoli moduli ornamentali impiegati nell’artigianato russo.
Singoli elementi come le immagini di corone, vasi, corni e rosette a più petali, entravano a far parte del disegno di ricami russi.


Localizzazione: Reggia di Caserta
Autore: Maestri dell'Armenia, sotto la direzione di Vasiliy Poznanskiy.
Periodo artistico: Sec. XVI - XVII
Note storiche:

Fra le opere presenti nella mostra viene presentata una icona rappresentante l''Ultima Cena' ('Ecce Homo'), opera di maestri dell'Armenia sotto la direzione di Vasiliy Poznanskiy.


Illustrazione opera: Legno, carta, taffettà, kamka, raso, obuar, cordone di seta, olio, tessitura, applicazione incollata.
Cm. 39,0 x 31,0
Inv. n. Zh-1763
Fruibilità: Contesto della visita alla Reggia
Data ultima verifica: 28/11/2009 00:00
Rilevatore: Feliciano Della Mora